lunedì 24 settembre 2012

Scegliere le tende da interno

Tende da interno


Le tende da interno sono molto utili, non solo per schermare o modificare la luce che filtra dalle finestre ma, anche, per arredare e arricchire l’ambiente; la scelta è quindi molto importante e deve essere fatta con accuratezza, tenendo conto di alcuni elementi fondamentali.

La dimensione della finestra è il primo punto di cui tener conto; una porta finestra non può essere corredata da una tenda corta che arrivi solo a coprirne la metà, meglio, in questo caso, puntare piuttosto su un genere che sia a tutt’altezza, tenendo conto che, nel caso in cui le si facessero confezionare, non dovranno certo “spolverare” il pavimento ma restare distanziate di almeno 2 centimetri.

Le tende lunghe hanno il pregio di allungare visivamente una stanza creando l’illusione ottica che sia più alta, all’opposto invece, le tende corte; se le ante delle finestre dovessero essere ampie e aprirsi molto, l’ideale sarà scegliere tende a vetro che non intralceranno l’apertura e non rischieranno di rovinarsi.

Il tessuto è un elemento di grande importanza perché, dal più leggero, al più pesante, permette di variare notevolmente la gradazione di luce immessa nell’ambiente ma, anche, di ottenere particolari effetti ottici; le più leggere generalmente tendono a lasciar passare maggiormente i raggi ma anche a difendere meno dalla privacy (soprattutto con le luci accese all’interno) però regalano luminosità perciò, in un ambiente in cui giunga naturalmente meno luce, sono perfette.

Sono ideali anche per “alleggerire” l’ambiente ed eventualmente possono essere abbinate a una tenda in tessuto più pesante da sovrapporvi; per schermare molto, soprattutto in caso in cui il sole arrivi diretto e molto forte, è meglio scegliere tessuti come il broccato ma, se proprio non dovesse piacere allora si potranno scegliere vie di mezzo impreziosite magari da piccoli ricami o lavorazioni.

Naturalmente la scelta del tessuto, della “fantasia” e del genere è legata anche allo stile d’arredo; un arredo tecnologico o di design non sarebbe adeguato a tende in pesante broccato (magari di un bel rosso cupo), a quadrettini country o con piccoli fiorellini mentre, per case dallo stile classico e dagli alti soffitti saranno perfette mantovane o tende a binario.

Da non tralasciare è la scelta del colore che deve accordarsi con il resto dell’arredamento e la tinta delle pareti ma, considerando sempre, che un colore scuro fa passare meno luce  e rende, otticamente, l’ambiente più piccolo, mentre i colori chiari dilatano l‘ambiente e lo illuminano.

Anche il sistema di fissaggio delle tende è un fattore da tener presente, c’è chi non vuole mostrarlo e chi invece preferisce personalizzarlo e trasformarlo in un oggetto d’arredo, considerando però che può essere molto costoso e, per questo, in caso di budget non particolarmente elevato, la soluzione che prevede tendine applicate alla finestra è il migliore, soprattutto se non si dispone di spazio per metodi alternativi.

Chi preferisce non vedere sistemi di scorrimento, ganci, o desidera nascondere i cassoni delle tapparelle può utilizzare una mantovana mentre, chi preferisce sfruttare il montaggio per arredare, potrà utilizzare i bastoni presenti sul mercato in diverse dimensioni, colori, materiali e con la possibilità di “chiuderli” con elementi decorativi. Il doppio bastone è invece perfetto nei casi in cui si vogliano sovrapporre due tipi di tenda però, richiede molto spazio sopra e ai lati della tenda.

Per chi non ha tempo e voglia di dedicarsi alla pulizia e manutenzione delle tende, può scegliere quelle con occhielli e ganci; si tolgono e mettono in pochi gesti e, se scelte in materiali come il cotone, si potranno lavare facilmente e non richiederanno troppo impegno.


4 commenti:

  1. Le mie le ho cucite quasi tutte io

    RispondiElimina
  2. ... pensa che io ogni tanto le tingo per cambiare colore :-)

    RispondiElimina
  3. Sarà che l'azienda di famiglia è nata cucendo tende, ma io non riesco a sopportare di stare in una casa le cui finestre sono vuote...
    Una bella tenda, magari con mantovana, magari anche abbinata ai divani o al letto, diventa un elemento di calore della casa.
    Oggi, purtroppo, la moda delle tende volge più a favore dell'estetica "esteriore", ossia delle macchine, dell'abbigliamento: a molti interessa più apparire che vivere in una casa in cui si riconoscono...

    RispondiElimina
  4. Tiziana Quartuccio5 luglio 2016 08:26

    Devo dire che dopo aver girato molto finalmente abbiamo trovato la tenda giusta per il soggiorno da Magazzini Ars. L'ambiente sembra essere molto più elegante adesso, è incredibile quanto una tenda sia in grado di valorizzare una stanza.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati e verranno pubblicati appena possibile.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
loading...